Le barriere poste sull'A16 restano sotto sequestro

Il Gip non approva i lavori di Autostrade per l'Italia

La richiesta di dissequestro di 12 viadotti posti sulla A16, Napoli - Canosa, tra le uscite di Baiano e Benevento, è stata respinta. 

Il Gip Fabrizio Ciccone ha sottolineato il fatto che le barriere vadano sostituite e non modificate. Un chiaro riferimento alle operazioni volute da Autostrade per l'Italia a seguito dei provvedimenti della Procura di Avellino. Inoltre, scrive il Gip, appare incomprensibile come Autostrade per l'Italia stia effettuando dei test, in maniera del tutto unilaterale, su altri viadotti non sottoposti a sequestro e senza la supervisione della Direzione Generale di Vigilanza.

Le modifiche apportate da Autostrade per l'Italia

Autostrade per l'Italia ha optato per la sostituzione degli ancoraggi di tipo “liebing” con le barre filettate. Una decisione, questa, che ha portato alla contestazione del Consiglio Superiore dei lavori pubblici:

“L'introduzione delle barre filettate non rappresenta altro che una manomissione delle barriere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Coronavirus a Montemarano: 5 bambini in età scolare positivi al Covid

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Tragedia ad Avellino, donna muore dopo una caduta accidentale in casa

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

Torna su
AvellinoToday è in caricamento