menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione "Partenio 2.0": ora il Comune chiede aiuto all'Anac per tutelare il bando per i commercianti

Il Nuovo Clan Partenio, con disarmante facilità, penetrava all'interno dei bandi pubblici

Il Comune di Avellino, in data odierna, ha deciso di rivolgersi all'Autorità nazionale anticorruzione (Anac) affermando con forza l’importanza di attenzionare  gli appalti pubblici. Nell’operazione “Partenio 2.0", infatti, veniva appurata una disarmante facilità  con cui il Nuovo Clan Partenio riusciva a penetrare all’interno degli enti pubblici e delle istituzioni. 

Le parole della Nargi

A margine del summit con la commissione Trasparenza, il vicesindaco Laura Nargi ha dichiarato quanto segue: 

"Alla luce degli ultimi eventi in città abbiamo deciso di inoltrare una richiesta all'Anac per avere un membro dell'ente nella commissione esaminatrice del bando per il commercio. Se dovessimo ricevere un rifiuto, ci rivolgeremo alla Prefettura. Vogliamo un clima di assoluta trasparenza e per fare in modo che sia garantito, sono  state avviate anche le procedure per la piattaforma digitale e abbiamo fornito uno sportello informativo presso il Settore Anagrafe".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso un nuovo piano vaccini, Figliuolo: "Andate e vaccinatevi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento