menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bilanci falsi per avere soldi dalle banche: arrestati per bancarotta due imprenditori

Nei guai è finito C.G., originario di Avellino, amministratore di diritto

Due imprenditori sono stati arrestati questa mattina dalla Guardia di Finanza di Firenze (coadiuvata nelle indagini dai colleghi di Avellino) con l'accusa di bancarotta fraudolenta, mentre un consulente finanziario è stato interdetto dall'esercizio dell'attività.

Sono accusati di aver 'distratto' 4 milioni di euro da una società dichiarata fallita in passato. Agli arresti domiciliari sono finiti S.G.P., fiorentino, amministratore di fatto della società, e C.G., originario di Avellino (Campania), amministratore di diritto. La società, operante nel campo della consulenza aziendale, era stata dichiarata fallita dal Tribunale di Firenze nel 2016. Il consulente finanziario interdetto per 6 mesi, V.B., è anch'egli fiorentino.

Secondo l'accusa (le indagini sono state dirette dal sostituto procuratore di Firenze Christine Von Borries) la truffa, del valore complessivo di 4 milioni di euro, girava intorno alla falsificazione dei bilanci di un'azienda dormiente (in realtà non operativa).

Gli indagati avrebbero falsificato i bilanci per poi depositarli presso la Camera di Commercio di Firenze, così da utilizzarli nei confronti degli intermediari finanziari (le banche) al fine di ottenere crediti e prestiti. I soldi presi così in prestito dalle banche sarebbero poi stati trasferiti ad altre società, sia italiane che estere, con operazioni di acquisto in realtà fittizie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento