menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bancarotta Almec, tre indagati per riciclaggio

Gli episodi in questione risalgono al biennio 2010-2011

Si torna a parlare del caso di bancarotta fraudolenta, con un riciclaggio da oltre un milione e 400mila euro, che ha investito l’Almec di Nusco e il relativo progetto di industrializzazione post terremoto. L’inchiesta in auge è coordinata dal Piemme della procura di Avellino, Luigi Iglio.
Nella mattinata di oggi si è tenuta l’udienza preliminare a cui non ha preso parte il Gup,  Marcello Rotondi, poiché, quest’ultimo, si era già pronunciato nel procedimento penale del 2011 legato alla sola bancarotta fraudolenta. 

Stando a quanto si apprende, la nuova indagine prende spunto da un’attività di riciclaggio. Gli episodi in questione risalgono al biennio 2010-2011. Gli inquirenti hanno acceso i riflettori sul procuratore legale di Almec, un 64enne di Pistoia, e a un addebito da un milione e 470mila euro. Questa somma, successivamente, è finita sul conto corrente di un 73enne di Firenze, rappresentante di una società finanziaria, anch’egli indagato.

Il terzo indagato, infine, è un 46enne di Modena, legale rappresentante di una società di San Marino, e sul cui conto era finito il denaro dell'Almec. L'accusa afferma a gran voce che, tutti questi spostamenti di denaro, erano motivati soltanto dalla volontà di impedire il tracciamento del denaro. Adesso si attende la data del 9 gennaio, quando sarà celebrata la prossima udienza preliminare.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento