menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane semina il panico a Baiano e Sperone: bloccato dai carabinieri

Vari episodi di violenza al distretto sanitario e presso la piazza del comune di nascita. Sfonda la porta dell'ufficio privato del sindaco

Ha sprigionato la sua ira nella sede del Distretto Sanitario di Baiano. Il giovane, in preda ad un raptus di follia, ha seminato il panico all’interno della struttura sanitaria sconvolgendo non poco lo svolgimento delle attività lavorative da parte del personale dipendente e sorprendendo i pazienti che erano in attesa di beneficiare delle visite.

L’uomo, una volta entrato nella sede del Distretto Sanitario, avrebbe danneggiato alcune postazioni adibite al servizio delle prenotazioni e lanciato in aria alcune banconote. Ma gli operatori riuscivano a calmarlo ebsegnalare il caso ai carabinieri.

Nel pomeriggio una serie di episodi nel suo comune di residenza. Prima ha commesso atti vandalici in piazza e presso alcune abitazioni. Poi il giovane ha sfondato la porta di ingresso dello studio dell’avv. Marco Santo Alaia, primo cittadino del Comune di Sperone, nel cui interno si trovava la fascia tricolore insieme ad un cliente. Il trentenne,  già conosciuto dalle forze dell’ordine per essersi reso protagonista di episodi di danneggiamento in altre occasioni,  è poi scappato. Successivamente si è barricato in un edificio poco distante dalla piazza Luigi Lauro per salire infine sul tetto. Fortunatamente è stato bloccato e non c'è stato un epilogo triste. Nel giro di pochi minuti l’uomo veniva prelevato dai Carabinieri della Compagnia di Baiano che questa volta lo conducevano in caserma. Non è escluso che l’uomo possa essere affidato ad una casa di recupero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento