menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baby squillo ad Avellino, il racconto shock a “La Vita in Diretta”

Una delle ragazze ha raccontato cosa accadeva all’interno de “L’Incontro”

Una delle ragazzine finite al centro dell’indagine in merito a un giro di prostituzione che avveniva in pieno centro ad Avellino, ha deciso di aprirsi e raccontare ai microfoni de “La Vita in Diretta” cosa avveniva all’interno de L’Incontro. Ecco le parole della giovane:

“Avevo 13 anni quando ho iniziato a frequentare la sala giochi di Federico. Venivo al locale insieme a un’altra mia amica. Lui mi ha visto e ci ha invogliato a lavorare. Ci disse che dovevamo pulire i banconi e portare il caffè. Avevo 13 anni. Federico, però, cercava spesso di toccarmi, mi metteva la mano sulla spalla e mi disse che se portavo altre ragazze a lavorare mi avrebbe dato di più. Un giorno, poi, mi disse: vogliamo rompere il ghiaccio? Io non capivo. Lui continuava a ripeterlo e diceva che se io rompevo il ghiaccio con lui, mi avrebbe dato 100 euro e che se approcciavo con altri potevo averne anche di più”.

La ragazza, poi, ha descritto il primo incontro con un cliente:

“Un giorno mi disse vieni con me ti porto nel locale dove c’è da pulire. Lì, però, c’era M., Federico mi ha lasciato lì, mi ha chiuso dentro con quell’uomo che cercava di toccarmi e se n’è andato. Ho guadagnato 50 euro”.

Infine, la giovane ha spiegato perchè, a 15 anni, ha deciso di lasciare:

“Mi fidanzai con un ragazzo e dissi a Federico che io dovevo solo lavorare. Lui si è arrabbiato. Io ho detto basta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento