Cronaca

Toni: “Abbiamo avuto paura e tre vigili non hanno fatto nulla”

Luca Toni, era in macchina con il presidente Setti quando è avvenuta l'aggressione. Ecco le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky

L'ex centravanti della Nazionale, ora dirigente del Verona, Luca Toni, era in macchina con il presidente Setti quando è avvenuta l'aggressione. Ecco le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky:

“Un espisodio davvero brutto, stavamo andando allo stadio in macchina. La sciarpa gialloblu del presidente ha dato fastidio a qualcuno e ci hanno aggredito. Pensavano che eravamo tifosi del Verona. Non tifosi dell’Avellino ma semplici teppisti. Gente che non ha nulla a che fare con quest tifosi che oggi hanno dimostrato di essere persone eccezionali. Un calcio ha sfondato il vetro della macchina e fortunatamente l’autista è riuscito a scappare anche se è arrivata una bottiglia di birra vuota che fortunatamente ha colpito solo il presidentedi striscio. Non so che può passare per la testa a queste persone. Abbiamo avuto tanta paura anche perchè volevano aprire la macchina e chissà cosa sarebbe successo. A 20 metri c’erano dei vigili che non hanno fatto nulla. Questo dispiace davvero”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toni: “Abbiamo avuto paura e tre vigili non hanno fatto nulla”

AvellinoToday è in caricamento