Caos profughi, è allarme tubercolosi in Irpinia: il monito del primario Acone

A riportarlo è l'emittente televisiva Irpinia TV: sarebbero già venti i casi accertati

I casi di tubercolosi aumentano in Irpinia. Secondo quanto riporta l'emittente televisiva Irpinia Tv sono già venti gli immigrati che sembrano aver contratto la malattia. Un fenomeno preoccupante che aumenta in maniera esponenziale nella nostra provincia. A lanciare l'allarme, è il primario del reparto malattie infettive dell'Ospedale Moscati Nicola Acone che, raggiunto al telefono, ha spiegato che il problema va affrontato in maniera urgente. Per questo ha già chiesto al manager della struttura sanitaria Percopo l'intervento immediato di Asl e Prefettura per evitare una diffusione incontrollata della malattia.

A quanto pare i profughi contraggono il virus in Libia prima di imbarcarsi, dunque va effettuato uno screening nel momento in cui sbarcano in Italia e prima ancora di essere smistati nei centri di accoglienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perturbazione nevosa in Irpinia: ecco tutti i comuni che scelgono di chiudere le scuole

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

  • Covid, nuovo studio rivela: "In Campania individuata la variante spagnola"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento