menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avellino, senza soldi protesta al Comune e si dà fuoco

L'uomo, residente nel quartiere popolare di Rione Parco, da tempo chiede l'assegnazione definitiva di un'abitazione, buoni libri per consentire all'unica figlia di studiare, e aiuti economici.

Tragedia sfiorata all'interno degli uffici del comune di Avellino, dove un uomo di 68 anni, in preda alla disperazione per difficoltà economiche, si è dato fuoco. Grazie al pronto intervento delle persone presenti e degli impiegati comunali, l'uomo ha riportato soltanto lievi ustioni ed è stato trasferito in ospedale per controlli. Insieme alla moglie, si è recato stamattina negli uffici dei servizi sociali, al terzo piano del municipio. 


L'uomo, residente nel quartiere popolare di Rione Parco, da tempo chiede l'assegnazione definitiva di un'abitazione, buoni libri per consentire all'unica figlia di studiare, e aiuti economici. Il 68enne è entrato nella sede comunale nascondendo sotto i vestiti due bottiglie piene di liquido infiammabile che si è versato addosso davanti agli impiegati, prima di darsi fuoco con un accendino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento