menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avellino-Rocchetta: la ferrovia turistica è divenuta legge

Sono 18 linee ferroviarie turistiche che possono essere subito classificate come tali

E’ finalmente giunto il decreto del ministro dei Beni e delle attività culturali (in accordo con quello delle Infrastrutture e del Mef, previa intesa in Conferenza Stato-Regioni) per individuare e classificare come ferrovie turistiche tutte quelle linee caratterizzate da particolare pregio culturale, paesaggistico e turistico.

Nella fattispecie, è previsto un elenco di 18 linee ferroviarie turistiche che possono essere subito classificate come tali mediante un decreto del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti.

Entrando nello specifico, ecco le ferrovie in auge:

Sulmona-Castel di Sangro; Cosenza-San Giovanni in Fiore; Avellino-Lioni-Rocchetta Sant’Antonio; Sacile-Gemona; Palazzolo-Paratico; Castel di Sangro-Carpinone; Ceva-Ormea; Mandas-Arbatax; Isili-Sorgono; Sassari-Palau Marina; Macomer-Bosa; Alcantara-Randazzo; Castelvetrano-Porto Palo di Menfi; Agrigento Bassa-Porto Empedocle; Noto-Pachino; Asciano-Monte Antico; Civitavecchia-Capranica-Orte; Fano-Urbino.

"Queste linee saranno classificate come tratte ferroviarie ad uso turistico a condizione che risultino finanziate nell’ambito del contratto di programma con il gestore dell’infrastruttura nazionale o con risorse alle stesse destinate dalle Regioni competenti e che le medesime Regioni, per le linee di loro competenza, non ne richiedano l’esclusione con propria delibera trasmessa al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti entro centocinquanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento