menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, alla ricerca di un sito per risparmiare 4milioni di euro

A fine mese scade il decreto di Gambacorta, servirà una soluzione decisiva per i rifiuti organici

Ogni giorno all'alba 80 tonnellate di rifiuti organici vengono depositati presso lo Stir di Pianodardine. Verso l'ora di pranzo poi partono alla volta di Padova, dove viene effettuato il trattamento finale. Una situazione momentanea per sopperire alla mancanza dei siti privati che dal mese di luglio per ragioni di diverso tipo non sono più disponibili.

Bisogna fare presto e trovare una soluzione alternativa, per quanto può dirne Gambacorta l'odore nauseabondo a Pianodardine è davvero percepibile e si aggiunge a tutti i problemi che gravano sulla Valle del Sabato. Al termine dei 45 giorni bisognerà trovare un'area disponibile ad ospitare i nostri rifiuti altrimenti si riaccenderà la rabbia, la paura e lo scontro.

Il problema è che nessun comune vuole accollarsi la possibilità di ospitare un impianto di compostaggio capace di trattare la frazione umida, anche se una soluzione di questo tipo farebbe risparmiare alla casse pubbliche 4milioni di euro all'anno. Questa la cifra utile per i trasferimenti da Pianodardine a Padova. Serve quindi individuare stesso nella provincia un impianto per i rifiuti, ma per il momento nessuno sul territorio vuole rispondere concretamente a questa esigenza. Infatti nonostante le sollecitazioni della Regione che ha invitato i Comuni ad offrire la propria disponibilità tutti gli amministratori hanno fatto melina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento