Profughi all'ex convento, Don Emilio: "E' un quartiere allo stremo, una scelta pessima"

Entro fine mese 30 profughi nella struttura a pochi passi da Parco Santo Spirito

L'idea di utilizzare l'ex convento San Generoso di via Francesco Tedesco come centro di accoglienza per gli immigrati fa discutere.

Non solo i residenti del quartiere, ma anche don Emilio Capone - parroco di Rione Parco e del Centro Storico di Avellino - non vede di buon occhio l'idea prospettata dal Comune.

Dalle colonne de Il Mattino il prete lancia l'allarme: "Il quartiere non è pronto. Qui vivono famiglie con grandi difficoltà che hanno a che fare con la mancanza di lavoro e quindi il sostentamento economico, ma anche con la microcriminalità. Il disagio sociale è impressionante, a quetso non si può aggiungere il peso enorme dell'accoglienza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo don Emilio è difficile realizzare un progetto di integrazione laddove si combatte quotidianamente con le difficoltà della crisi economica. Il religioso non chiude le porte ai profughi, la sua chiesa sarà sempre pronta a dare sostegno morale a tutti, chi sta sbagliando è il Comune di Avellino che non ha definito un piano serio per gestire l'emergenza profughi individuando soluzioni avventate e frettolose sinonimo di una pessima conoscenza dei problemi del territorio. Un'ala dell'ex convento dovrebbe ospitare entrop fine mese 30 profughi tutti maschi, in quanto l'Asl ha decretato che non è idoneno per donne e bambini. Il centro sarà gestito direttamente dagli uffici del settore Servizi Sociali di Palazzo di Città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Avellino in lutto, è scomparso Vincenzo detto "Blues"

  • Migliore Panettone d'Italia, due pasticcerie irpine alla finalissima

  • Coronavirus, in Campania è allarme arancione

  • Claudio Rosa, Capo Ufficio Comando Del Provinciale dei Carabinieri di Avellino, promosso Tenente Colonnello

  • Vino e architettura, in Irpinia una delle cantine più belle d'Italia

  • Si allontana da casa e lo ritrovano senza vita, aveva solo 22anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento