menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prof sgozzata: nessun fuggitivo incappucciato e lite nella notte

L'ex capostazione nega di aver litigato con la moglie, sostenendo che i toni tra i due fossero sempre accesi, ma non la sera prima del delitto

La sera prima del  brutale omicidio, Gianna e il marito hanno avuto una feroce lite. Le telecamere della zona, inoltre, non hanno fornito nessun riscontro in merito all’uomo incappucciato che il marito della prof sgozzata, unico indagato nel delitto di Seriate, dichiara di aver visto fuggire.  

Un vicino ha ripreso il retro dell'abitazione della famiglia Tizzani, il luogo dove Antonio avrebbe visto scappare la persona. Nei filmati si vedono soltanto i figli di Tizzani arrivare, prima Mario e poi Paolo che abita più vicino ma è stato avvertito in un secondo momento. Dopo di loro i sanitari del 118. Gli inquirenti hanno rilevato altri elementi interessanti ma, per il momento, non sono stati divulgati.

Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire quanto accaduto e le ultime notizie riportano che i vicini hanno raccontato di una violenta lite tra i due.

Gianna, 63 anni, è stata uccisa nella notte tra il 26 e il 27 agosto. Il marito Antonio Tizzani, è indagato a piede libero e si difende dicendo che quella sera ha trovato il corpo della moglie in casa e, soprattutto, di non aver avuto alcun litigio la sera prima del delitto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento