menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Seriate: l'arma del delitto sembra sparita nel nulla

Le ricerche si sono estese fino ad arrivare alla zona della centrale elettrica ma del coltello non c'è traccia

Le indagini sulla morte di Gianna del Gaudio proseguono senza sosta. Negli ultimi due giorni è stata realizzata, a Seriate, una ricerca approfondita nell'area intorno alla villetta dove è stata sgozzata l'ex professoressa. Le ricerche si sono estese fino ad arrivare alla zona della centrale elettrica. Questa indagine è indispensabile per trovare l'arma del delitto. Gli inquirenti, aiutati anche da professionisti di una associazione di Brescia che si occupa della ricerca di reperti bellici e oggetti metallici, stanno utilizzando strumenti sofisticati e metal detector. Ma l'arma del delitto sembra sparita nel nulla.

L'importanza di ritrovare anche la collana di Gianna

Sono attesi per questa settimana gli esiti dei Ris. Quest’ultimi potrebbero andare a completare un quadro indiziario già particolarmente corposo. Le bocche sono rigorosamente cucite ma il cerchio si sta stringendo. In questo weekend, infatti, si sono infittiti gli interrogatori al figlio Paolo e alla nuora. Quest’ultima, infatti, ha dichiarato che, quando era sola in casa, un misterioso uomo incappucciato suonava il campanello della loro abitazione di notte. Affermando, inoltre, di avere le prove per dimostrarlo. Il fatto, però, non è mai stato denunciato alle forze dell’ordine prima del delitto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento