menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo 30 anni il Comune chiude lo storico negozio Femme Boutique

La boutique di via Scandone costretta a chiudere a causa del soppalco dichiarato illegittimo

"Il titolare e i dipendenti ringraziano il Comune di Avellino per essersi accorto dopo 30 anni di attività, più volte autorizzata dallo stesso Ente, dell'illegittimità del soppalco, esistente ed immutato fin dalle origini, e preesistente dall'acquisto del locale, causando la definitiva cessazione dell'attività faticosamente condotta anche nell'attuale gravissima crisi economica".


Con queste parola Femme Boutique, storico negozio di abbigliamento di Avellino saluta i suoi clienti. L'attività commerciale che per 30 anni ha operato in via Scandone, di fronte al liceo classico Colletta vestendo gran parte degli avellinesi è costretta a chiudere a causa del soppalco dichiarato illegittimo da Palazzo di Città. 


Una notizia che ha destato scalpore tra i tanti clienti del negozio, in quanto nonostante il design degli interni sia cambiato nel tempo, il "pomo" della discordia è sempre stato presente fin dall'acquisto del locale commerciale.


Un fulmine a ciel sereno per i proprietari che in un periodo nero per il commercio avellinese erano riusciti ad andare avanti non senza difficoltà. Femme Boutique infatti continuerà la propria attività presso gli altri punti vendita della città, ma a causa di questa decisione sarà costretta a tagliare il personale, senza parlare del danno economico subito.


"L'azione amministrativa in questo caso è il miglior esempio del concreto supporto delle istituzioni a sostegno dell'attività d'impresa per lo sviluppo economico ed occupazionale garantito dalla solerzia inappuntabile di inamovibili burocrati - commentano ironici i titolari".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento