Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Delitto di Seriate, una testimone: "Tizzani non chiedeva aiuto, anzi"

Nella puntata di ieri di Pomeriggio Cinque, una testimone del delitto di Seriate ha ripetuto tutto ciò che aveva già detto alle forze dell'Ordine

Nella puntata di ieri di Pomeriggio Cinque, una testimone del delitto di Seriate ha ripetuto tutto ciò che aveva già detto alle forze dell’Ordine. Gli inquirenti stanno valutando la sua e le altre testimonianze per dare un volto all’assassino di Gianna:

Ecco la ricostruzione del delitto di Gianna Del Gaudio

Nella testimonianza della donna, Tonino Tizzani, ha iniziato a gridare dopo mezzanotte. La testimone appare decisa nell’affermazione e dichiara: “Lui ha detto che i vicini non lo hanno aiutato, che se ne sono fregati, ma lui non chiedeva aiuto, anzi…”.

La testimone aggiunge, inoltre, di aver sentito ben altre frasi. In particolare frasi come “Dio, Dio, Dio” che all’inizio l’avevano indotta a pensare che in piazza, a pochi metri dalla villetta di Seriate in cui viveva Gianna, ci fosse un pazzo. La testimone conclude affermando di aver sentito anche la frase: “L’ho visto, l’ho visto”. Ma che cosa potrebbe aver visto Tonino? C’è una ipotesi: è possibile che l’uomo abbia visto la donna inviare il famoso messaggio alla sorella. Messaggio che, quindi, sarebbe il vero movente di questo omicidio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Seriate, una testimone: "Tizzani non chiedeva aiuto, anzi"

AvellinoToday è in caricamento