menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Case popolari occupate da proprietari di villette, Cillo promette la linea dura

Conferenza stampa dell'assessore Cillo, partite 57 lettere che annunciano gli sfratti

Nessun indugio. Il Comune di Avellino promette la linea dura contro le occupazione abusive degli alloggi popolari.

L'attività messa in essere in questi mesi dall'assessorato alla trasparenza e alle politiche sociali guidato da Marco Cillo ha rivelato diverse ambiguità. Sembra che svariati inquilini degli alloggi comunali siano in realtà possessori di villette, o tavernette dislocate nell'hinterland del capoluogo. Una condizione chiaramente inamissibile per l'assegnazione o l'occupazione di una casa di edilizia popolare dal momento che esistono persone realmente bisognose ancora in attesa di ricevere un un tetto sulla testa.

L'assessore Cillo vuole vederci chiaro, se mancano i requisiti necessari bisogna andare a fondo della questione. Per il momento sono state inviate 57 lettere che annunciano gli sfratti. Prossime alla spedizione anche 400 lettere per morosità. Una linea d'azione questa, necessaria per fare cassa e dare dignità alle abitazioni comunali e a chi le abita. Sulla data degli sgomberi, in stand-by per la mancanza di disponibilità finanziaria, ancora non c'è certezza, ma l'augurio di Cillo è che tutto possa avvenire senza l'uso della violenza, o l'intervento della polizia.

Quest'operazione dovrebbe finalmente permettere lo sblocco della graduatoria e quindi la consegna di 83 nuovi alloggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento