menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mapelli parla a «Chi l’ha visto?»: "Non ci sono riscontri sull'incappucciato"

«Non abbiamo riscontri dell'esistenza dell'uomo incappucciato di cui parla Tizzani, né di quello di cui parla la nuora»

Walter Mapelli, procuratore capo di Bergamo, è intervenuto alla trasmissione televisiva «Chi l’ha visto?» e ha riferito le ultime indiscrezioni in merito alle indagini sull’omicidio dell’ex professoressa Gianna Del Gaudio:

«Non abbiamo evidenza dell’esistenza dell’uomo incappucciato di cui parla Tizzani né di quello di cui parla la nuora».

Il marito non risponde alle domande del pm 

Per quanto concerne, invece, le violenze domestiche che la donna avrebbe subito dal marito, ecco quali sono state le parole di Mapelli:

«Le presunte lesioni subite dalla signora Gianna sono in corso di verifica e, ad ogni modo, potrebbero essere riconducibili a comportamenti violenti di altre persone, non necessariamente del marito» .

«Ad oggi, non c’è un solo testimone diretto dell’omicidio - ha concluso il procuratore – ma soltanto persone che affermano di aver sentito quello che è accaduto all’interno della casa; prima e dopo la mezzanotte. Molti che affermano di avere udito una discussione animata tra i coniugi, se così si può chiamare o definire».

Intanto, una vecchia pistola arrugginita, calibro 7,65 e con la matricola abrasa, è stata rinvenuta nei pressi della casa di Gianna Del Gaudio. Per gli inquirenti non ci sono dubbi: non c’è correlazione con l’omicidio avvenuto la notte del 26 agosto nella villetta di Seriate. L’arma era in quel luogo da mesi, forse addirittura anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento