menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A scuola stangata da 1100 euro, la guida per risparmiare

Le strategie per risparmiare sui libri scolastici, il Codacons prevede una spesa minima di 1100 euro a sutudente

Con un nuovo anno scolastico alle porte è tempo di iniziare a pensare all'acquisto di libri, penne, cartelle quaderni e tutto ciò che serve per affrontare al meglio i lunghi mesi tra i banchi di scuola.

Secondo le stime del Codacons, per quest'anno scolastico 2016-2017 una famiglia media dovrà mettere in conto una spesa annua che sfiorerà i 500 euro a studente cui va aggiunto il costo per i libri di testo variabile a seconda del grado di istruzione e della scuola. Per una spesa complessiva di circa 1.100 euro a studente.

La spesa pesa in maniera considerevole sulle tasche delle famiglie italiane, ma bastano alcuni trucchetti per contrastare il caro libri: da Amazon, ai supermercati, passando per i portali specializzati nella compravendita dell'usato il modo per risparmiare esiste e può arrivare anche al 40% della somma complessiva. Sugli accessori invece basta non seguire le mode ed evitare zaini e materiale griffato.

Partiamo dai siti web più famosi come Amazon che ha deciso di venire incontro alle famiglie mettendo a disposizione degli studenti di scuola media e superiore gli elenchi dei libri adottati dagli insegnanti, con uno sconto del 15% sul prezzo di copertina. Poi esistono portali specializzati nella vendita esclusiva di testi scolastici. Stiamo parlando di www.comprovendolibri.it: servizio nato nel 2000 con lo scopo di mettere in contatto chi vende con chi cerca libri usati, senza intermediazione. Opuure www.libroscambio.it: piazza virtuale dove è possibile vendere, cercare e comprare testi scolastici e universitari usati. Grazie a questi siti compratori e venditori possono entrare in contatto in maniera del tutto virtuale senza l'obbligo di ricorrere a un mediatore, fissando prezzo di vendita ed eventuale luogo di scambio.

Un aiuto poi arriva dai supermercati. Le grandi catene come Coop, Carrefour e Esselunga hanno iniziato a offrire sconti sostanziosi sugli articoli scolastici. Per fare qualche esempio, gli ipermercati Carrefour hanno lanciato la promozione "Zaino Pieno" che con 19,90 euro permette di avere tutto il necessario per la ripresa delle lezioni (quaderni, pennarelli, matite e altro ancora). Esselunga invece propone l'iniziativa "W La Scuola". Anche da Ipercoop si possono acquistare i libri scolastici con lo sconto del 25% prenotandoli on line e del 15 al negozio. Al pagamento verrà caricato sulla carta socio un buono sconto virtuale pari al 15% o al 25% del totale speso per i libri. E anche acquistando i libri accumuli un punto ogni euro di spesa. Mentre i possessori delle carte Conad acquistando i libri di testo fino al 31 ottobre avranno restituito il 25% del costo in buoni spesa. I libri si possono prenotare anche online su conad.it.

Infine occhio ai contributi regionali per le famiglie più bisognose. Ad esempio il settore pubblica istruzione del Comune di Avellino, constatato che molte famiglie non avevano presentato nei termini previsti le istanze per l'assegnazione dei buoni libro per l'anno scolastico 2015/2016, ha riaperto i termini per la presentazione delle domande relative al contributo Regionale "Buoni Libro" a favore degli alunni delle scuole secondarie di I^ grado (scuole medie) e delle scuole secondarie di II^ grado (scuole superiori) in considerazione del fatto che il beneficio viene riconosciuto a famiglie indigenti. Le domande, corredate dalla necessaria documentazione, dovranno essere presentate entro e non oltre il 21 settembre 2016, presso l'Ufficio Protocollo di Palazzo di Città a mano o a mezzo PEC dalle famiglie la cui situazione economica per l'anno accademico 2014 non sia superiore ad un valore ISEE di 10.633,00 euro.

Insomma il caro libri è una realtà con cui bisogna fare i conti ogni anno, l'importante è non farsi trovare impreparati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento