menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Venticano sorgerà un impianto di stoccaggio per rifiuti pericolosi

Il lotto si sviluppa su di una superficie di 2.300 m2 : superficie coperta m2 182,16, superficie scoperta pavimentata m2 600, scoperta non pavimentata m2 1700. L'area esterna sarà adoperata esclusivamente per l'accesso all'area coperta di stoccaggio e non sarà interessata da alcun tipo di attività lavorativa

A Venticano in via Lorenzo Cadorna sorgerà un impianto di stoccaggio per rifiuti pericolosi. L'autorizzazione ad una azienda privata operante nel settore è arrivata dalla Regione.

I rifiuti pericolosi che si intendono stoccare (R13) sono contraddistinti da materiali filtranti (inclusi filtri dell’olio non specificati altrimenti), stracci e indumenti protettivi, contaminati da sostanze pericolose, filtri dell’olio, batterie al piombo, batterie esauste, batterie e accumulatori nonché batterie e accumulatori non suddivisi contenenti tali batterie. 

Il lotto si sviluppa su di una superficie di 2.300 m2 : superficie coperta m2 182,16, superficie scoperta pavimentata m2 600, scoperta non pavimentata m2 1700. L’area esterna sarà adoperata esclusivamente per l’accesso all’area coperta di stoccaggio e non sarà interessata da alcun tipo di attività lavorativa. La struttura nella quale sarà effettuata l’attività di stoccaggio dei rifiuti è costituita da un capannone a struttura metallica con copertura a pannelli di lamiera, dell’estensione di m2 182,16. Per lo spogliatoio sarà adoperato un box prefabbricato monoblocco. La pavimentazione del capannone sarà eseguita in c.a. industriale con posa di un telo in polietilene ed impermeabilizzazione superficiale mediante apposite vernici epossidiche. Il capannone sarà dotato di due pozzetti grigliati a tenuta per il contenimento di eventuali sversamenti accidentali, localizzati nei pressi delle aree di conferimento e stoccaggio. Non vi saranno acque di processo, essendo previste esclusivamente attività di stoccaggio (R13) e, fermo restando che l’intera pavimentazione sarà di tipo industriale impermeabile e che sono stati comunque previsti dei bacini di contenimento con relativa griglia, si prevederà l’adozione di apposito kit materiale assorbente in caso di sversamenti accidentali. Gli scarichi attengono alle acque nere e grigie relativi ai servizi igienici e spogliatoi nonché alle acque bianche pertinenziali, meteoriche e di dilavamento piazzale (atteso che non verranno effettuate operazioni sul piazzale) con recapito nella pubblica fognatura, così come autorizzato dal Comune di Venticano.

L’impianto ha una potenzialità massima di stoccaggio in ogni momento di 40 T, pari a circa 26,5 m3. Lo stoccaggio dovrà essere effettuato in cassoni a perfetta tenuta e la superficie occupata da detti cassoni non potrà essere superiore all’80% della superficie a disposizione. Il tempo massimo di stoccaggio dei rifiuti pericolosi dovrà essere di 90 giorni. Le attività di stoccaggio dovranno essere svolte esclusivamente all’interno del capannone, con assoluta esclusione di attività sul piazzale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento