Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Atti osceni davanti a delle ragazzine: arriva l'assoluzione

Per il giudice è incapace di intendere e volere

E' stato assolto questa mattina, dinanzi al Tribunale di Salerno, Giudice Dott. Rossini, il cinquantaseienne D'A. A., avellinese, arrestato lo scorso 28 Maggio 2019 a Salerno dopo che alcune ragazzine, tra cui molte minorenni, uscite da scuola in via Vinciprova, avevano visto l'uomo dapprima calarsi i pantaloni e successivamente masturbarsi con l'organo genitale ben in vista. L'uomo, a detta delle ragazzine, si sarebbe anche avvicinato ad una di loro. Soltanto l'intervento dei Carabineri riusciva a mettere in fuga il cinquantaseienne che veniva però prontamente rintracciato e bloccato ancora con i pantaloni abbassati. D'A. A. quello stesso giorno aveva già posto in essere la medesima condotta qualche ora prima, dinanzi ad una altra scuola di Salerno, sita in via Orofino, nel quartiere Torrione, riuscendo però in quell'occasione a far perdere le proprie tracce.

Il cinquantaseienne veniva quindi immediatamente arrestato e condotto nel Carcere salernitano di Fuorni. Il Gip Dott.ssa Albarano disponeva, infatti, la custodia cautelare in carcere. L'accusa nei suoi confronti era grave, atti osceni con l'aggravante dell'essere stati commessi in luoghi frequentati da minori. Questa mattina, grazie alla perizia espletata su richiesta del suo difensore di fiducia, l'Avv. Rolando Iorio, il cinquantaseienne è stato dichiarato incapace di intendere e di volere al momento del fatto e, di conseguenza, assolto. D'A. A., quindi, ritenuto non socialmente pericoloso, è stato rimesso immediatamente in libertà ed affidato ai Servizi Sociali competenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti osceni davanti a delle ragazzine: arriva l'assoluzione

AvellinoToday è in caricamento