menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atripalda, collaboratrice scolastica del plesso Mazzetti positiva al Covid

Segnalazione di positività al Covid 19 presso il plesso Mazzetti: ecco l'informativa della dirigente scolastica

Segnalazione di positività al Covid 19 presso il plesso Mazzetti: ecco l'informativa della dirigente scolastica Amalia Carbone: 

“Si rende noto che in data mercoledì 03.02.2021, alle ore 08.20, la scrivente ha appreso della positività al Covid 19, da parte di un proprio dipendente, come da referto medico prodotto da laboratorio autorizzato del territorio ed acquisito agli atti della scuola in pari data.

Il dipendente di cui trattasi ricopre il ruolo di collaboratore scolastico presso il plesso Mazzetti di via Pianodardine ed è stato regolarmente in servizio fino al giorno 02.02.2021.

Il MMG (medico di famiglia) ha collocato il dipendente in quarantena domiciliare dal giorno mercoledì 02.02.2021 e fino a negativizzazione, secondo la procedura definita nei Protocolli del Ministero della Salute.

La scrivente, in pari data, ha prontamente segnalato il caso al dott. Conte, acquisendo la procedura da seguire per verificare l’esistenza delle condizioni di eventuale messa in quarantena di altri soggetti entrati in contatto con il dipendente nei giorni precedenti.

Il dott. Conte ha chiesto alla scrivente di procedere con un’istruttoria dettagliata sull’applicazione effettiva del “Protocollo per le misure ANTICOVID” in uso presso l’Istituto, riconducibile all’osservanza delle seguenti misure di sicurezza e di comunicare gli esiti dell’istruttoria per stabilire le misure cautelari di eventuale adozione:

1. Utilizzo continuo delle mascherine da parte di tutto il personale docente e ATA operante presso il plesso Mazzetti;

2. Assenza di contatto diretto (tempo di interazione ravvicinata e senza mascherina, con altri collaboratori del plesso, con alunni, con docenti per almeno 15 minuti);

Ai genitori Al personale docente e ATA dell’Istituto Al Sindaco di Atripalda Al Vice sindaco Al dott. Conte – SISP/UOCAll’Rspp – ing. Ferrara Al Medico Competente – dott. Aquino Al Referente Covid d’Istituto Al Consiglio di Istituto Bacheca docenti Spaggiari Al Dsga Sito Atti

  1. Utilizzo continuo delle mascherine da parte di tutti gli alunni del plesso, durante le lezioni e nel raggiungimento dei servizi, con abbassamento della mascherina solo durante la merenda;
  2. Lavaggio frequente delle mani e, se necessario, utilizzo del sanificante in gel disposto all’ingresso dell’edificio, nelle aule e nei servizi;
  3. Mantenimento delle misure prescritte per il distanziamento, lungo le vie di accesso e di esodo dall’edificio, all’inizio e al termine delle lezioni;
  4. Orario di inizio/termine delle lezioni con breve distanziamento temporale in entrata e in uscita;
  5. Presenza dei collaboratori all’ingresso e all’uscita per regolare il flusso di alunni in uscita/entrata;
  6. Mantenimento delle misure prescritte per il distanziamento all’interno delle aule, nei corridoi e nei

    bagni, secondo la segnaletica verticale ed orizzontale ivi allocata;

  7. Areazione dei locali ad uso didattico, di bagni e di corridoi almeno ogni ora durante la giornata

    scolastica e, al termine della stessa, per l’intera durata delle operazioni di pulizia e sanificazione;

10. Effettuazione della pulizia generale specifica quotidiana, e di dettaglio su tutte le superfici di contatto in aula e fuori dall’aula (banco e sottobanco, sedia e schienale, cattedra/sedia/schienale, finestre, maniglie e interruttori, lavagna tradizionale e LIM, wc e lavamani, pavimento aule e

corridoi, con prodotti detergenti ad azione virucida;
11. Sanificazione chimica generale di tutti gli spazi sopra citati – a scansione settimanale – con

sanificatore elettrico e prodotto vaporizzato a base di ipoclorito di sodio.

La presente misura di igienizzazione, benché non obbligatoria in quanto aggiuntiva a tutte le misure sopra riportate – di per sé già sufficienti – viene comunque svolta dai collaboratori scolastici protetti da apposita divisa e DPI.

La scrivente, effettuata la verifica di applicazione del Protocollo anti Covid mediante acquisizione di dichiarazione sottoscritta da parte dei collaboratori del plesso omonimo, ne ha dato conferma scritta all’ASL, con la determinazione dell’insussistenza tanto delle condizioni per la chiusura del plesso quanto della messa in quarantena del personale docente, ATA e degli alunni.

E’ necessario precisare che le misure in adozione hanno l’obiettivo di ridurre significativamente e di circoscrivere immediatamente i casi di contagio, grazie al monitoraggio di tutte le condizioni di contesto, condivise dalla scrivente con le figure dell’RSPP, del Medico competente e del Referente Covid d’Istituto, procedura da questi dichiarata idonea e rispondente, nel corso della mattinata del 3 febbraio 2021.

Nella stessa giornata e in pari tempo, la situazione è stata rappresentata al vice Sindaco, dott.ssa Nazzaro, aggiornata in tempo reale sui vari passaggi istituzionali e sanitari allestiti dalla scrivente.

Conclusivamente, si rappresenta che pur in presenza di Protocollo rigoroso, l’evenienza Covid può sempre presentarsi, data la natura pandemica del virus.

Questo non significa che al primo verificarsi di un evento, la scuola può aprire e chiudere in continuazione mettendo alunni, docenti e personale ATA in quarantena, con disagio grave e generale per tutti – famiglie comprese.

La scuola vive di continuità dell’azione educativa e il contagio – fatte salve le dovute indagini di merito e di metodo – è governabile grazie a misure rigorose di rilevazione dei dati di contesto e alla collaborazione stretta tra soggetti istituzionali a ciò preposti, raccordati dalla tempestività delle azioni e dall’osservanza di un rigido ma efficace Protocollo per l’emergenza Covid.

Per quest’ultimo, obbligatoria è l’adesione rigorosa alle norme igienico-sanitarie da parte di tutti gli operatori della scuola, come da parte delle famiglie degli alunni, chiamate a collaborare per la parte di propria competenza (distanziamento fuori dalla scuola, misurazione giornaliera della temperatura, ricambio giornaliero della mascherina, osservazione ai sintomi di malessere fisico – tosse, mal di testa, dolori diffusi – vomito) in maniera attenta, continua e responsabile..

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento