Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Aiello del Sabato

Assolto dopo quattro anni dall'accusa di minaccia aggravata con arma

Difeso dall'avvocato Alberico Villani, l'uomo è stato scagionato dalle accuse

Un ottantaquattrenne residente ad Aiello del Sabato è stato assolto dopo un processo durato quattro anni, in cui era accusato di minaccia aggravata con l'uso di un'arma, precisamente un fucile, e della custodia negligente di due fucili tenuti in cantina. Difeso dall'avvocato Alberico Villani, l'uomo è stato scagionato da entrambe le accuse.

La Procura aveva richiesto una condanna a due anni di carcere per l'anziano, in relazione a un episodio avvenuto nel novembre 2020. In una contrada della Valle del Sabato, due consulenti di una società di energia avevano un appuntamento con i residenti di un'abitazione, ma al loro arrivo erano stati accusati di essere truffatori.

Durante il tentativo dei consulenti di spiegare la loro presenza, un uomo era entrato in casa e, uscito con un fucile, lo aveva puntato alla testa di uno dei due. Le indagini dei Carabinieri avevano portato alla denuncia dell'ottantaquattrenne. Nel corso dell'istruttoria, è emerso che non era lui il responsabile, come dimostrato dalla difesa e confermato dalle prime fasi delle indagini. La sentenza di assoluzione è giunta alla conclusione della camera di consiglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assolto dopo quattro anni dall'accusa di minaccia aggravata con arma
AvellinoToday è in caricamento