rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Asl di Avellino, sono circa 30 i medici No Vax che andranno fermati

Morgante: "Occorre tutelare in primis l’interesse pubblico"

La Regione a comunicato all’Azienda Sanitaria Locale i nomi dei circa trenta  dipendenti Asl, tra medici, infermieri e operatori socio-sanitari, che non si sono ancora vaccinati contro il Covid e che, quindi, che hanno rapporti di lavoro diretto e indiretto con via degli Imbimbo, non in linea con le indicazioni normative. La nota di Palazzo Santa Lucia ha fatto quindi scattare le procedure consequenziali.

Quest'ultimi, ora, rischiano la sospensione dal servizio senza stipendio. La legge, infatti, impone loro di sottoporsi all’iniezione.

Queste sono state le dichiarazioni rilasciate dalla dirigente dell'Asl, Maria Morgante: “Abbiamo attivato tutte le procedure come previsto dal decreto 44 dell’1 aprile scorso. Occorre tutelare in primis l’interesse pubblico. Dobbiamo garantire che tutto il personale che lavora in sanità sia vaccinato per tutelare se stesso e la collettività. Il vaccino è uno strumento di civiltà e di tutela della salute pubblica. Per questa ragione è indispensabile che tutti si vaccinino, a partire proprio dagli operatori sanitari, per i quali c’è un obbligo di legge”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl di Avellino, sono circa 30 i medici No Vax che andranno fermati

AvellinoToday è in caricamento