Arresti domiciliari per capo dell'Ispettorato del Lavoro

La misura cautelare degli arresti domiciliari è stata emessa dal gip del Tribunale di Avellino

Un alto dirigente ministeriale dell'Ispettorato Interregionale del Lavoro di Napoli, Renato Pingue, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino, con l'accusa di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio in concorso con un importante imprenditore irpino.
    La misura cautelare degli arresti domiciliari è stata emessa dal gip del Tribunale di Avellino.
    I militari hanno anche eseguito, tra le province di Napoli, Avellino e Salerno, un decreto di sequestro preventivo di beni per milioni di euro ritenuti provento di estorsioni a danno di numerosi lavoratori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La studentessa scomparsa è stata ritrovata

  • Colta da un malore durante un compleanno, muore 18enne

  • Fine dei disagi, riapre il viadotto di Parolise

  • Concorso straordinario scuola secondaria, assunzioni entro settembre

  • Studentessa irpina scomparsa, aiutateci a trovarla

  • Ladri in azione, messi in fuga dal proprietario

Torna su
AvellinoToday è in caricamento