Cronaca

Collaboratore di giustizia in ospedale, ma mancano i mezzi blindati

La denuncia dell'Osaap per la mancanza di automezzi idonei a determinati detenuti

Situazione al collasso nelle carceri italiane. L'Osapp continua la sua campagna di denuncia nei confronti di un'emergenza che può mettere a rischio la vita di detenuti e personale di polizia.

Ultimo episodio in ordine di tempo è avvenuto nella casa circondariale di Ariano Irpino. Un collaboratore di giustizia è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale Sant'Ottone Frangipane. In virtù di quanto può accadere nel trasferimento di determinati detenuti l'Osapp chiede di rivedere l'organizzazione, di prevedere l'istituzione di un nucleo traduzioni e piantonamenti locale e l'assegnazione di automezzi idonei per tali tipologie di carcerati.

"Già più volte abbiamo rappresentato la necessità di procedere alla istituzione di un nucleo traduzioni locale e all'assegnazione di automezzi idonei e blindati, cosi come in dotazione al "Nucleo Operativo Collaboratori" di stanza a Napoli competente per le traduzioni e piantonamenti dei detenuti collaboratori di giustizia - esordisce il segretario provinciale Osapp di Avellino Ettore Sommariva".

"Tale situazione ha comportato serie difficoltà nel reperire personale di Polizia Penitenziaria da assegnare al servizio di piantonamento visto che già normalmente vi sono criticità per la mancanza di personale in particolar modo nei turni pomeridiani e serali e oltre al fatto che c'è il piano ferie estivo in atto. Pertanto tali eventi critici portano una destabilizzazione dei turni del personale e nonché a costringerli di effettuare turni di ben oltre le 6 ore fino ad arrivare ad 8/9 ore consecutive di servizio."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collaboratore di giustizia in ospedale, ma mancano i mezzi blindati

AvellinoToday è in caricamento