Preselezioni infermieri Asl, la Cgil grida allo scandalo

D'Acunto: "L'Asl farebbe bene a stilare una graduatoria"

"Non è bastato all'Asl di Avellino rimediare qualche mese fa la brutta figura nella giornata nella quale era indetta la pre-selezione per la copertura di 3 posti di infermiere presso il Dipartimento di Salute Mentale".

Questo il commento di Marco D'Acunto della FP Cgil, il quale mette nuovamente in luce le anomalie che aleggiano sul concorso indetto dall'azienda sanitaria. Il sindacalista ricapitola i fatti accaduti nel mese di luglio quando fu sospesa la prova di selezione per tre infermieri a causa di una protesta che si concluse con tre denunce.

"In quella occasione - ricorda D'Acunto - buona parte dei partecipanti alla procedura di mobilità volontaria si rifiutarono di sostenere le prove e dettero vita ad una protesta che ebbe ampio risalto sulla stampa locale e non solo. La prova venne annullata ed alcuni partecipanti vennero denunciati ma oggi l'Azienda Sanitaria Locale di Avellino ci riprova indicendo per il 30 settembre alle ore 11,00 la medesima pre-selezione mediante test".

"La FP CGIL non può fare a meno di stigmatizzare il comportamento dell'Asl che invece di procedere ad inutili e forse illegittime prove di pre-selezione, avrebbe fatto bene e da tempo a stilare direttamente la graduatoria. Infatti, è pacifico che il trasferimento in mobilità non richiede, una volta superato il periodo di prova, alcuna ulteriore prova di idoneità ed avviene solo sulla base dell'istanza dell'interessato e nel caso siano presentate più domande rispetto al numero dei posti da ricoprire (come nella fattispecie) la graduazione deve essere stilata sulla base di criteri oggettivi (titoli di servizio, specializzazioni) oltre che per particolari e documentate esigenze familiari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine conclude: "Davvero non si capisce a chi giova, vista la clamorosa carenza di personale, questa ulteriore perdita di tempo che potrebbe dare luogo ad un numero elevato di contenziosi che non avrebbero altro risultato che ritardare ulteriormente la presa in servizio dei tre infermieri di cui il Dipartimento di Salute Mentale ha assolutamente bisogno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca blocca la consegna di dolci e pizze anche a panifici e alimentari

  • Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Altro dramma per la famiglia Caso: morto il padre del podista suicida

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

  • Caratteristiche dei pazienti deceduti per COVID-19, l'analisi dell'Istituto Superiore di Sanità

Torna su
AvellinoToday è in caricamento