Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Luogosano

Non si ferma l'appello disperato di Rosa e Pasquale: "Ridatemi mia figlia"

Queste parole, graffiate con il cuore spezzato dalla madre di Francesca Pia, raccontano una storia di dolore e ingiustizia

Una scena commovente ha catturato l'attenzione dei residenti di Luogosano: un padre e una madre, con gli occhi gonfi di lacrime, camminano per le strade con uno striscione implorante: "Ridatemi mia figlia". Queste parole, graffiate con il cuore spezzato dalla madre di Francesca Pia, raccontano una storia di dolore e ingiustizia. Francesca Pia è stata separata dai suoi genitori soltanto tre giorni dopo la sua nascita all'ospedale di Ariano Irpino, un atto eseguito dai servizi sociali che ha suscitato una profonda ondata di indignazione pubblica per le modalità draconiane con cui è stato agito. Il giudice, basandosi sui rapporti dei servizi sociali, ha temporaneamente revocato a Rosa e Pasquale la custodia della piccola Francesca Pia. Tuttavia, l'avvocato Augusto Guerriero, incaricato della loro difesa, sta attualmente preparando un ricorso per contestare questa decisione.

"Se abbiamo commesso degli errori in passato, li abbiamo pagati molti anni fa"

Non è la prima volta che i genitori affrontano una tale situazione. In passato, hanno perso la custodia di tre dei loro figli, nonostante non siano mai stati accusati di maltrattamenti o violenze. Il legale ha sottolineato che, nel caso di Francesca Pia, non è stata nemmeno considerata la possibilità di un affidamento assistito con il supporto dei servizi sociali. Rosa e Pasquale hanno mostrato pubblicamente il loro amore incondizionato per i loro figli, inclusa la neonata, attraverso interviste cariche di emozioni. "Anche le madri detenute hanno il diritto di vedere i loro figli, che non vengono loro strappati via", ha dichiarato Rosa tra le lacrime, rispondendo alle domande del collega Enzo Costanza. "Se abbiamo commesso degli errori in passato, li abbiamo pagati molti anni fa. Ora, siamo più maturi e desideriamo riabbracciare Francesca Pia e i nostri altri figli con tutto il nostro cuore".

Questa vicenda ha messo in luce non solo un caso di separazione familiare controversa, ma anche le difficoltà e le ingiustizie che talvolta caratterizzano il sistema di protezione minorile. Mentre la battaglia legale continua, Rosa e Pasquale sperano che la loro voce venga ascoltata e che possano riunirsi presto con i loro amati figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma l'appello disperato di Rosa e Pasquale: "Ridatemi mia figlia"
AvellinoToday è in caricamento