menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Shock ad Avellino, anziano uccide la moglie e si costituisce

Il sopralluogo dei Carabinieri presso l'abitazione dei coniugi ha accertato il decesso dell'83enne

"Ho ucciso mia moglie": queste le parole di un anziano riferite questa mattina al militare di servizio al Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino.

Gli immediati accertamenti eseguiti presso l'appartamento di Via Iannaccone del capoluogo irpino hanno confermato la morte della 83enne, verosimilmente per soffocamento. Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'autore del delitto è Gerardo Limongiello di anni 85. La vittima si chiama Antonietta Ficuciello, di anni 83. Il corpo della donna si trova ancora nell'appartamento di via Iannaccone. Le indagini sul delitto sono state affidate al magistrato di turno, Vincenzo Russo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle ore 10,50 e, sul luogo del delitto è giunto il medico legale, Francesco La Sala. Alle ore 11,15 i Ris, Reparto Investigazioni Scientifiche, sono giunti sul luogo del delitto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Esasperato dal rapporto con la moglie

Numerose le testimonianze raccolte dalla stampa. Vicini di casa, amici di famiglia, descrivevano un uomo mite che, nonostante i problemi di salute, sosteneva e aiutava la moglie. L'incapacità di continuare a gestire questa condizione difficile e reiterata potrebbe essere stata la causa scatenante del delitto. L'esasperazione, giunta al suo culmine, spingeva l'anziano 85enne a soffocare la consorte. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un mese fa il tentativo di suicidio 

L'85enne, circa un mese fa, aveva tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene. I carabinieri hanno confermato che l'uomo, in prima mattinata si è recato in Caserma, a piedi, confessando il delitto. Una tragedia che nessuno avrebbe immaginato ma che, nell'appartamento sito al terzo piano di via Iannaccone ha avuto l'atroce epilogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento