menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Antonio Gibotta con "Infarinati" vincitore del premio World Press Photo 2017

Il giovane fotografo avellinese ha conquistato uno dei premi più importanti al mondo nel campo della fotografia

Sono stati annunciati i vincitori della 60esima edizione del World Press Photo (WPP), il più importante concorso di fotogiornalismo al mondo, organizzato dall’omonima fondazione olandese dal 1955. L'occhio attento della giuria ha esaminato più di 80mila scatti provenienti da 5.034 fotografi di tutto il mondo. Il premio principale, il World Press Photo of the Year, è stato vinto dal fotografo turco Burhan Ozbilici dell’agenzia Associated Pressper la fotografia che si intitola Un assassinio in Turchia: mostra l’attentatore Mevlüt Mert Alt?nta? subito dopo aver ucciso l’ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov, a una mostra d’arte a Ankara, il 19 dicembre 2016.

Ma tra i vincitori del World Press Photo 2017 c'è anche un giovane italiano, l'avellinese Antonio Gibotta, secondo premio "Daily life" con lo scatto "Infarinati".

Il fotografo, nato ad Avellino nel 1988, si è fin da piccolo distinto per la sua grande passione per la fotografia, ereditata dal padre Ciro, un affermato fotografo professionista. La sua profonda sensibilità aritistica gli è valsa da subito menzioni e riconoscimenti entrando a far parte degli otto giovani talenti della Fotografia italiana, nominati da Fiof per "Fotografi Trendy".  Poi quest'anno per lui si sono aperte le porte di uno dei premi più ambiti al mondo: il WWP.

Gibotta con le sue foto della battaglia degli infarinati in Spagna ha conquistato il secondo premio Daily life. Ancora una volta al centro del suo obiettivo l'uomo e la sua umanità a tratti controversa. Ogni 28 dicembre a Ibi – in provincia di Alicante, in Spagna – si tiene la cosiddetta “battaglia degli infarinati”. Una festa in cui gli abitanti si dividono in due gruppi: un gruppo, gli Enfarinat (gli infarinati), simula un colpo di Stato; l’altro cerca di restaurare l’ordine. I due gruppi si sfidano a colpi di farina, acqua, uova e fumogeni colorati. La festa esiste da 200 anni ed è parte delle celebrazioni collegate al giorno della Strage degli innocenti, il giorno in cui secondo il Vangelo il re della Giudea, Erode, ordinò il massacro di tutti i neonati allo scopo di uccidere Gesù. Inizia alle 8 di mattina, quando gli Enfarinat invadono la città, la conquistano ed eleggono un sindaco che stabilisce le regole da rispettare durante la giornata.

Con la sua interpretazione magistrale Gibotta ha conquistato la giuria della 60esima edizione del World Press Photo affermandosi sul panorama mondiale della fotografia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento