rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Antonio Cava condannato ad altri due anni di carcere duro

Prorogato il regime differenziato speciale a cui Cava è sottoposto da circa 18 anni

Antonio Cava, noto come “N’do’ N’do'”, è stato condannato a ulteriori due anni di carcere duro. Nonostante sia detenuto ininterrottamente dal 2006 presso il super carcere de L’Aquila, dove sta scontando una condanna a 21 anni, 11 mesi e 15 giorni per associazione a delinquere, Cava è considerato ancora al vertice del sodalizio criminale operante nel Vallo di Lauro e nella zona nolana.

Cava è sottoposto al regime differenziato speciale da circa 18 anni. La recente proroga del regime è stata firmata dal guardasigilli Carlo Nordio, basandosi sulle valutazioni della Procura Nazionale Antimafia, della Procura Distrettuale Antimafia di Napoli e delle forze dell'ordine.

Le indagini hanno rivelato che Cava potrebbe ancora mantenere contatti con l'esterno e con i membri del suo gruppo criminale. Questo è dovuto alla presunta attualità operativa del sodalizio, alle recenti scarcerazioni all'interno del clan Cava e al ruolo di leadership assunto da Antonio Cava dopo la morte del cugino Biagio Cava.

Il provvedimento firmato da Via Arenula potrebbe essere impugnato da Antonio Cava. Il caso sarà esaminato dai magistrati del Tribunale di Sorveglianza di Roma, che hanno competenza centralizzata sulle decisioni relative al regime di carcere duro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Cava condannato ad altri due anni di carcere duro

AvellinoToday è in caricamento