menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ammanco al Teatro Gesualdo, frode o distrazione?

La tesi difensiva dell'ex direttore amministrativo Dario Bavaro parla di semplici refusi contabili

È stata rinviata al 10 aprile 2018 l'udienza in Corte dei Conti a Napoli sull'ammanco da 115mila euro registrato nelle casse del "Carlo Gesualdo". La tesi difensiva dell'ex direttore amministrativo Dario Bavaro parla di semplici refusi contabili. Nella giornata di oggi si sarebbe dovuto sfilare dinanzi alla sezione camerale della giustizia amministrativa.

Tutto rinviato al 10 aprile

I magistrati della corte di conti hanno potuto valutare la lunga perizia di parte affidata ad una società di revisione di fama internazionale, che ha messo nero su bianco tutte le entrate e le uscite del "Carlo Gesualdo" e, a quanto pare, non sono stati riscontrati "buchi" di cassa, ma solo errori di imputazione nei tre bilanci che avrebbero prodotto un disallineamento tra voci in entrata e voci in uscita. La Corte dei Conti, a questo punto, potrebbe anche pensare di ordinare una sua consulenza per esaminare la lunga relazione agli atti del procedimento. Per il momento, però, si è scelto di rinviare tutto al 10 aprile per riuscire a dimostrare se ci sia stata o meno la distrazione di fondi pubblici segnalata ai magistrati contabili dallo stesso Comune di Avellino a fine 2016.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Finalmente riapre il Cinema Partenio di Avellino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento