rotate-mobile
Cronaca

Caos alloggi, l'assessore Mazza è stata aggredita: tensione alle stelle

L’esasperazione per le difficoltà vissute dal cittadino sono evidenti ma, quest’ultime, non possono in nessun modo sfociare nella violenza; sia verbale, sia fisica

La questione alloggi ad Avellino si fa incandescente. Il 31 gennaio scorso, una donna, con le gambe a penzoloni sul cornicione, era pronta a lanciarsi nel vuoto compiendo un volo di alcuni metri. In via Francesco Tedesco si sono vissuti attimi di autentica tensione. È stata la bravura dei vigili del fuoco e dei poliziotti della Digos a evitare il peggio.

Un altro gravissimo episodio, però, è avvenuto il 26 gennaio scorso, presso il Comando dei Vigili Urbani di Avellino. L’assessore alle politiche abitative al Comune di Avellino, Marianna Mazza, è stata aggredita da un’altra persona, una signora esasperata poiché, vivendo in una casa privata, aveva avuto lo sfratto. Dopo l’aggressione è stata prontamente allontanata dai presenti.

L’assessore ha scelto di non sporgere denuncia

L’assessore Mazza ha scelto di non sporgere denuncia per l’accaduto, comprendendo il nervosismo e la tensione del caso. Ovviamente, però, l’assessore ora pretenderà di avere qualcuno accanto; almeno quando avvengono gli incontri con i cittadini.

Neanche a dirlo, non si può non condannare profondamente un simile gesto. L’esasperazione per le difficoltà vissute dal cittadino sono evidenti ma, quest’ultime, non possono in nessun modo sfociare nella violenza; sia verbale, sia fisica. Episodi di questo tipo, per una comunità, rappresentano soltanto la più feroce caduta verso il baratro del degrado sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos alloggi, l'assessore Mazza è stata aggredita: tensione alle stelle

AvellinoToday è in caricamento