menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme meningite: si diffonde la psicosi da contagio

Ad Avellino, dopo la morte del migrante di 19 anni per meningite, la paura si diffonde. Le autorità provano a sedare gli animi

Ecco quanto dichiara il dottor Nicola Acone, primario del dipartimento di malattie infettive del Moscati. Il medico ha descritto gli ultimi attimi di vita di Y.I., 19enne stroncato da una meningite fulminante:

“Quando è giunto in ospedale, il ragazzo era già in coma. Aveva la febbre molto alta e la rigidità nucale. Questi sono i chiari sintomi di meningite fulminante. Non c'è stato nemmeno il tempo di fargli il trattamento di rito con le emo punture. E’ immediatamente andato in arresto cardiaco. Poi si è ripreso ma solo per spirare definitivamente pochi minuti dopo”.

Il giovane era già in coma quando è arrivato al pronto soccorso. L'allarme è scattato presso il centro d'accoglienza Privè di Monteforte dove il 19enne risiedeva. Dalla struttura, quindi, inizieranno i controlli per evitare la diffusione del virus.

A Monteforte, intanto, la fobia da contagio sta diffondendosi in tutta la comunità. L'Asl ha rassicurato tutti, affermando che verrà celermente realizzata la profilassi, mettendo in sicurezza i luoghi a rischio contagio. La paura, però, già è ovunque.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento