menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: Il Mattino

Foto: Il Mattino

Finisce la fuga di Alfonso D'Aponte, arrestato

Evaso dal carcere, aveva ucciso la sorella nel 1997

E’ finita la fuga di Alfonso D’Aponte, l’uomo che, sfruttando un permesso premio, aveva fatto perdere le proprie tracce. D’Aponte, nel 1997, uccise la sorella soffocandola. Il pastore di Montoro, qualche anno fa, sempre grazie ad un permesso premio, lasciò il carcere di Sulmona e torno in paese; in seguito ad un litigio tentò di uccidere anche il  fratello Antonio.

Si trovava all'interno di un prefabbricato 

I carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino agli ordini del maggiore Alessandro Cisternino lo hanno rintracciato alla frazione Ciorani. All’interno di un prefabbricato. 

Nel 1997 l'omicidio della sorella

Curiosamente,  a fermare D’Aponte è stato lo stesso comandante di stazione – oggi a Mercato San Severino – che nel 1997, a Montoro, lo arrestò per l’omicidio della sorella. D’Aponte è stato associato alla casa circondariale di Salerno. Nel prefabbricato che occupava, i carabinieri, nel corso della perquisizione, hanno rinvenuto 15 proiettili calibro 38.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento