Cronaca San Martino Valle Caudina

Agguato di camorra in Irpinia, feriti l’ex boss Clemente Fiore e il nipote

Gravissimo episodio quello avvenuto, nella mattinata di oggi, a San Martino Valle Caudina. La Cgil: "Inascoltato il nostro grido d'allarme sulla penetrazione delle associazioni malavitose in provincia di Avellino"

Sparatoria in strada, questa mattina, a San Martino Valle Caudina. Due persone sono state raggiunte da colpi d’arma da fuoco in Via San Martino Vescovo. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Avellino. Feriti l’ex boss Clemente Fiore e il nipote. Le indagini sono in corso. 

Cgil: "Inascoltato il nostro grido d'allarme

«L’agguato a San Martino Valle Caudina, di stampo camorristico, preoccupa moltissimo anche a fronte dei tanti allarmi lanciati in questi ultimi anni rispetto alla penetrazione delle associazioni camorristiche in Irpinia», così il segretario generale della Cgil di Avellino Franco Fiordellisi.

«Ancor di più in questo momento, a fronte delle tante risorse economiche che sono già destinate alle grandi infrastrutture ed alle attività ad esse connesse tramite la filiera degli appalti. Dunque è  necessaria assoluta trasparenza negli appalti, tramite le centrali di committenza e quindi la stipula di protocolli specifici per rafforzare il ruolo delle parti sociali a supporto degli enti e delle amministrazioni».

«Sono certo che la democrazia e il coinvolgimento delle parti sociali sono necessari per supportare le attività e le azioni utili a rafforzare la legalità con il pieno riconoscimento delle istituzioni da parte delle  comunità e cittadini. Con questo esprimiamo vicinanza a tutta la comunità di San Martino Valle Caudina e agli amministratori locali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato di camorra in Irpinia, feriti l’ex boss Clemente Fiore e il nipote
AvellinoToday è in caricamento