rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

Ritrovato in una pozza di sangue a Valle, il 51enne lascia l'ospedale

L'uomo verrà sottoposto a ulteriori accertamenti nei prossimi giorni e sarà ascoltato dai Carabinieri

Ha lasciato l'Ospedale "San Giuseppe Moscati" di Avellino dopo un ricovero durato nove giorni. Per l'operaio 51enne ritrovato, lo scorso 27 agosto, in una pozza di sangue in Via Santoli, nel quartiere di Valle, il calvario sembra essere finito.

È stata proprio la vittima della brutale aggressione a chiedere le dimissioni al personale della Città Ospedaliera. L'uomo, in ogni caso, verrà sottoposto nei prossimi giorni ad altre visite specifiche, avendo riportato, nel corso del pestaggio, contusioni polmonari e una frattura alla clavicola che si è completamente lacerata.

L'operaio verrà, inoltre, ascoltato dai Carabinieri della Compagnia di Avellino che continueranno a fare luce sulla vicenda.

Prosegue il lavoro degli inquirenti, al momento c'è un solo indagato

Al momento, c'è un solo indagato per la vicenda del pestaggio del 51enne avellinese, avvenuto in via Santoli nel quartiere Valle. Si tratta di un 49enne del capoluogo, conoscente della vittima e accusato di favoreggiamento: qualche ora prima dell'aggressione sarebbe stato visto in sua compagnia. Ed è la stessa persona che, nel pomeriggio di sabato scorso, ha allertato l'ambulanza per far soccorrere il 51enne, ma poi sarebbe sparito dalla zona.

Dal test tossicologico si evince che l'uomo aveva fatto uso di sostanze stupefacenti

I fatti risalgono al 27 agosto scorso - il 51enne ha riportato molteplici traumi: contusioni polmonari e una frattura alla clavicola che si è completamente lacerata. Le ferite riportate potrebbero essere compatibili con l'uso di qualche oggetto contundente. Colpi che sono stati inferti con una violenza inaudita. In un primo momento si pensava che il 51enne fosse precipitato dall'impalcatura allestita per i lavori alla facciata di un palazzo di via Santoli. I successivi accertamenti hanno spinto gli investigatori verso la tesi della violenta aggressione. Continuano senza sosta le indagini da parte del Comando dei Carabinieri di Avellino: dal test tossicologico, si evince che l'uomo aveva fatto uso di sostanze stupefacenti. Questo potrebbe indurre a immaginare che, le motivazioni dell'aggressione, possano essere ricercate nel mondo dello spaccio avellinese. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato in una pozza di sangue a Valle, il 51enne lascia l'ospedale

AvellinoToday è in caricamento