menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione in centro, la vittima: "Ero al telefono quando ho sentito un lancinante dolore"

Le indagini continuano e si stringe il cerchio intorno all'aggressore

Nel pomeriggio di ieri, veniva dimessa la donna aggredita in via Trinità, nel centro storico di Avellino. La violenta aggressione è avvenuta poco prima delle 19 di mercoledì scorso. La vittima è stata colpita alla testa con un pugno da uno sconosciuto. Gli inquirenti, ad ogni modo, lavorano senza sosta per dare un nome e un volto all'uomo che ha aggredito una persona senza nessun motivo apparente. Stando a quanto si apprende, le ultime informazioni affermano che l'aggressore potrebbe essere un 40enne già noto alle forze dell'ordine.

Avellinotoday ha intervistato la donna aggredita in pieno centro.

“Stavo camminando in strada tranquillamente, parlando al telefono con mia figlia quando, improvvisamente, ho sentito questo violento colpo alla testa. Improvvisamente si è fatto tutto buio e ho avuto molta paura. Ho iniziato a chiamare aiuto. Accanto a me si è formato un capannello di persone che mi hanno soccorsa. Immediatamente è giunta anche un'ambulanza.

Ancora non mi capacito di ciò che sia accaduto e mi ritengo fortunata di essere ancora qui a raccontarlo. Al posto mio poteva esserci un anziano, un bambino, e sarebbe stato molto peggio. È assurdo che nella nostra città avvengano fatti di questo tipo. Io non conosco la persona che mi ha aggredito ma la cosa che più mi spaventa è che stiamo parlando di una persona che, chiaramente, per ciò che ha fatto, è un pericolo per tutti. Spero che episodi di questo tipo non si verifichino mai più".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento