menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta Acs, Freda ottiene la revoca del divieto di dimora in città

La richiesta era stata già avanzata in sede di interrogatorio davanti al Gip, ma rigettata

Il processo sull'Azienda città servizi, società partecipata del Comune di Avellino, inizierà il prossimo 25 novembre. Ma uno degli indagati, Pino Freda, titolare della cooperativa sociale "Qua la mano" ottiene la revoca della misura di divieto di dimora in città. L'ex consigliere comunale potrà dunque ritornare ad Avellino. E' stato il tribunale collegiale di Avellino ad emettere la revoca su richiesta degli avvocati difensori. 

La richiesta era stata già avanzata in sede di interrogatorio davanti al Gip, ma rigettata. Per i magistrati del tribunale collegiale le dimissioni di Freda da presidente della coop incriminata, liquidata e chiusa, siano elemento sufficiente per far venir meno le condizioni stesse che avevano determinato la misura cautelare.

Ad essere giudicati il prossimo novembre oltre a Freda, Amedeo Gabrieli, l'ex presidente della coop Demetra Mauro Aquino, Sergio Galluccio e Vincenzo Marciano della Ccse e la dipendente Acs Luciana Giugliano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento