Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Atripalda

Accoltellamento di Atripalda, lunedì l'interrogatorio in carcere per Claudio Naccarelli

L'inaudita violenza è scaturita dal rifiuto di Caliano di dargli un passaggio in auto fino a casa

Nella giornata di lunedì si svolgerà l’interrogatorio di convalida di Claudio Naccarelli, un trentunenne di Atripalda, accusato di aver compiuto un violento attacco ai danni di Caliano Alberto. Quest’ultimo è stato colpito tre volte con un pugnale, riportando lesioni gravi che hanno richiesto il suo immediato ricovero presso l’Ospedale Moscati di Avellino, con una prognosi riservata.

L’aggressione è avvenuta con un pugnale lungo complessivamente 13 centimetri, con una lama di 7 centimetri. Gli atti compiuti da Naccarelli sono stati idonei a causare la morte di Caliano Alberto, ma per circostanze indipendenti dalla sua volontà, questa tragica fine non si è verificata.

L’aggravante in questa vicenda è rappresentata dal fatto che l’aggressione è avvenuta per motivi futili. Tutto è iniziato da un diverbio tra Naccarelli e Caliano, che si sono scontrati nel bar “MOONSIFACE” di Atripalda. La lite è scoppiata quando Caliano Alberto ha rifiutato di accompagnare Naccarelli a casa con la propria auto. Questo rifiuto ha scatenato l’ira di Naccarelli, culminando nell’attacco violento.

L'indagato, attualmente detenuto nel carcere di Bellizzi Irpino, dove è stato condotto nella notte su disposizione del pm di turno della Procura di Avellino, il sostituto Fabio Massimo Del Mauro, affronterà lunedì mattina l'udienza di convalida dell'arresto davanti al Gip del Tribunale di Avellino, il Giudice Paolo Cassano, con la difesa fornita dall'avvocato penalista Alfonso Maria Chieffo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellamento di Atripalda, lunedì l'interrogatorio in carcere per Claudio Naccarelli
AvellinoToday è in caricamento