rotate-mobile
Cronaca

Abuso su minore: Don Livio Graziano condannato in via definitiva

Il padre del Ragazzo, notando un improvviso cambiamento nel figlio dopo l’affido alla comunità, aveva scoperto quanto accadeva durante un controllo del telefonino

La Corte di Cassazione conferma la condanna a 8 anni di reclusione per Don Livio. I Carabinieri del Comando provinciale di Avellino, come da ordinanza emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino, lo arrestarono il 26 ottobre 2021. Le indagini coordinate dal procuratore Domenico Airoma partirono a seguito della denuncia presentata dal padre di un ragazzino. Quest’ultimo, stando a quanto si apprende, è stato ospite della cooperativa dallo scorso giugno fino al mese di settembre 2021. Gli inquirenti ritennero di avere tutte le prove dei presunti abusi subiti dal 13enne.

Il padre del Ragazzo, notando un improvviso cambiamento nel figlio dopo l’affido alla comunità, aveva scoperto quanto accadeva durante un controllo del telefonino. Leggendo i messaggi si era subito insospettito e facendo qualche domanda al ragazzo, per sua stessa ammissione, aveva subito scoperto la triste verità; che il sacerdote al quale lo avevano affidato con fiducia, lo stava stuprando. Al momento dell’arresto, oltre alle foto del ragazzo nel telefonino del prete, i carabinieri avevano trovato nella sua camera preservativi, lubrificanti e una consistente quantità di contanti, 107.000€. La sentenza definitiva dove la Corte di Cassazione riconfermando la condanna in appello a otto anni di reclusione, ha rigettato per inammissibilità l’appello dei difensori del sacerdote.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abuso su minore: Don Livio Graziano condannato in via definitiva

AvellinoToday è in caricamento