Cronaca

Abuso d'ufficio e turbativa d'asta: assolto il sindaco di Senerchia

Il Tribunale di Taranto ha assolto in udienza preliminare il sindaco di Senerchia Beniamino Grillo, «in ordine ai reati ascritti perché i fatti non sussistono»

Senerchia - Il Tribunale di Taranto ha assolto in udienza preliminare il sindaco di Senerchia Beniamino Grillo, «in ordine ai reati ascritti perché i fatti non sussistono». Le accuse, nei confronti del Sindaco, erano di abuso d'ufficio e turbativa d'asta, in merito all'affidamento della gestione della Fiera di Manduria alla ditta Rtt Service. Grillo sin dalla notizia dell'avviso di garanzia ha confidato nell'operato della magistratura per chiarire una vicenda della quale si è sempre professato estraneo. La sentenza di non luogo a procedere conferma tale estraneità ai fatti del sindaco di Senerchia. «Si è fatta definitivamente chiarezza - commenta il sindaco di Senerchia - su una vicenda su cui la minoranza consiliare ha speculato tanto. Sono state chieste le mie dimissioni e sono state attaccato a più riprese sulla base di un avviso di garanzia e di una iscrizione formale nel registro degli indagati. Una grave campagna di sciacallaggio nei miei confronti, mascherata da finto perbenismo. Il "non luogo a procedere" dimostra che ho agito con correttezza e nel raggio della legalità. Mi auguro che vili speculazioni come quelle che ho subito facciamo riflettere i promotori e i loro pochi sostenitori di queste assurde campagne basate sul fango e prive di ogni fondamento». Ringrazio l’Avv. Alfonso Laudonia del Foro di Avellino per la professionale e attenta difesa in giudizio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abuso d'ufficio e turbativa d'asta: assolto il sindaco di Senerchia

AvellinoToday è in caricamento