menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cgil si schiera contro la Polizia Municipale: "Installati GPS sulle volanti senza autorizzazione"

L'organizzazione sindacale fa la voce grossa, i dispositivi sono stati installati senza aver raggiunto un accordo con le Organizzazioni Sindacali e la Rsu

La Cgil si schiera contro Il Comando di Polizia Municipale di Avellino. Già lo scorso 27 maggio, infatti, l’organizzazione sindacale denunciò il fatto che le autovetture e gli automezzi del Comando di Polizia Municipale di Avellino fossero stati dotati di GPS senza aver raggiunto un accordo con le Organizzazioni Sindacali e la Rsu.

Secondo la Fp Cgil, questo rappresenta una violazione delle norme vigenti in quanto, prima della installazione dei GPS, il Comune di Avellino avrebbe dovuto notificare al Garante per la protezione dei dati personali l’installazione stessa prima dell’inizio del trattamento dei dati (ex art. 37 D. Lgs. 196/2003, comma 1, lettera a), ed a sottoscrivere un accordo con le Organizzazioni Sindacali e la Rsu come pure ad informare tutti i titolari dei dati (i lavoratori) delle finalità del trattamento dei dati di localizzazione.

Cgil, poi, rincara la dose, affermando che, in quella occasione, la risposta a mezzo stampa del dottore Arvonio fu che tutto era apposto e che l’Amministrazione Comunale aveva inviato tutta la documentazione necessaria  all’Ispettorato del lavoro. Procedura che, nel caso fosse veritiera, risulterebbe comunque errata, in quanto il ricorso all’ispettorato del lavoro sarebbe lecito solo nel caso di difetto di accordo con il sindacato. La Fp Cgil ha richiesto l’immediata disinstallazione dei GPS e ha annunciato azioni legali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento