Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Covid dalla mappa dell'Ecdc, 7 regioni rosse: la Campania torna gialla

Rispetto a 7 giorni fa esce la Campania, che torna in giallo

Sono sette le Regioni italiane in rosso secondo la mappa dell'Ecdc, il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie: si tratta di Toscana, Marche, Lazio, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Questa la situazione epidemiologica in Italia disegnata dall'Ecdc in base all'incidenza dei casi positivi a 14 giorni ogni 100mila abitanti, combinata con il tasso di positivi sui test effettuati: una condizione stabile rispetto alla scorsa settimana.

Nella mappa epidemiologica aggiornata oggi sono confermate, come la settimana scorsa, 7 regioni in rosso: Toscana, Marche, Lazio, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Rispetto a 7 giorni fa esce la Campania (torna in giallo) ed entra il Lazio. Il resto della Penisola è giallo, compreso il Molise che invece la settimana scorsa era verde. 

mappa-ecdc--2-settembre-3

Ampliando lo sguardo fuori dai confini nazionali, si notano le aree in rosso scuro: resta di questo colore la zona sud della Francia, Corsica compresa, il nord dell'Irlanda, e alcune isole della Grecia, come Creta; mentre la Spagna è ormai completamente rossa, un livello di rischio più basso rispetto alla tonalità più scura.

A cosa serve la mappa e come sono decisi i colori

I colori delle zone a rischio covid simulano l'applicazione della raccomandazione sulle restrizioni di viaggio interne all'Ue. Quelle dell'Ue sono raccomandazioni, e non obblighi, il cui obiettivo è ovviamente contrastare la diffusione del Sars-CoV-2 in Europa. Per chi proviene da una regione in "rosso scuro" gli Stati membri dovrebbero richiedere di effettuare un tampone prima dell'arrivo e trascorrere un periodo di quarantena. Si tratta di raccomandazioni e non di misure restrittive imposte dai governi.

Con il colore rosso scuro vengono indicati i territori in cui il tasso di notifica di nuovi casi negli ultimi 14 giorni è superiore a 500 persone ogni 100mila abitanti. Le regioni si trovano invece in zona rossa se l'incidenza è tra i 50 e i 150 casi ogni 100mila abitanti e il tasso di positività dei tamponi è superiore al 4% o quando l'incidenza è superiore ai 150 ma inferiore ai 500 casi ogni 100mila abitanti, anche in caso di minore tasso di positività ai tamponi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid dalla mappa dell'Ecdc, 7 regioni rosse: la Campania torna gialla

AvellinoToday è in caricamento