menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Festa: "Mezzo milione di euro per assistere chi è in difficoltà"

Sospesi i tributi e annunciato maxi acquisto di mascherine

Il sindaco di Avellino Gianluca Festa, via social, fa il punto sull'emrgenza Coronavirus. In particolare, il primo cittadino ha esposto le decisioni prese questa mattina dalla Giunta comunale.

Stiamo affronando con grande maturità questa emergenza, il picco non è ancora arrivato ma noi siamo attrezzati. Sono convinto che anche se nella sofferenza, sapremo come affrontare questa difficile situazione. Ringraziamo la Municipale e le Forze dell'ordine, ma anche IrpiniAmbiente, tutti gli operatori sanitari e tutti i volontari che stanno aiutando chi è in difficolta

Per i commercianti non ci sarà Tosap (previsto anche l'eventuale rimborso) e abbiamo anche differito il pagamento della Tari. Ci costa sacrificio, perché il Comune non gode di buona salute, ma non si poteva aggravare la situazione di famiglie, imprese e commercianti. Questo vale anche per il pagamento dei canoni per gli alloggi comunali. 

Ho provveduto a richiedere l'utilizzo dei fondi del Piano di zona per mettere in atto azioni a supporto delle fasce deboli: consegna di pacchi alimentari a domicilio, medicinali. Pensiamo di predisporre di un vero e proprio campo. Ci stiamo attrezzandi per fronteggiare l'emergenza,. non vogliamo drammatizzare, ma vogliamo farci trovare pronti. Per questo abbiamo chiesto i fondi del Piano di zona che ammontano a mezzo milione di euro.

Continueranno anche le sanificazioni delle strade, fino alla fine dell'emrgenza. Abbiamo anche istitutio un numero di call center di assistenza e vicinanza a chi, soprattutto abita da solo o a quelle coppie di anziani che abitano lontani dai figli. 

Abbiamo isìtituio una task force per far rispettare le regole, abbiamo agevolato le ferie per oltre il 50% degli impiegati comunali e promosso lo smart working. Abbiamo individuato anche una casa del volontariato per la protezione civile a Rione Mazzini. Inoltre, sarà attivata un'App per mantenere aggiornata la cittadinanza: uno strumento per giovani e meno giovani, che hanno dimistichezza con gli smartphone. Daremo anche vita a diversi contest che coinvolgeranno la comunità, con l'hashtag #coronavintus.

Infine, abbiamo stanziato 100mila euro per acquistare mascherine ed altri materiali utili per evitare che il virus si diffonda.

ORDINANZA N. 89 del 16/03/2020 

OGGETTO: Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID - 2019. Ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale. 

IL SINDACO 

VISTI: 

- Il decreto legge 23 febbraio 2020, n.6 e le "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 

febbraio 2020, n. 6, 

-il DPCM 25.02.2020; -il DPCM 01.03.2020; -il DPCM 04.03.2020; -il DPCM 08.03.2020; 

-il DPCM 09.03.2020; -il DPCM 11.03.2020; 

CONSIDERATO che occorre adottare ogni misura necessaria al contrasto ed al contenimento della diffusione del Virus COVID-19 nel territorio comunale; 

ORDINA 

- La chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio fino a sabato 28 marzo 2020; 

- che il presente provvedimento venga reso noto ai cittadini attraverso l'utilizzo di ogni mezzo utile a garantirne la massima e tempestiva diffusione alla popolazione; 

- che il presente provvedimento sia reso noto attraverso la pubblicazione all'Albo Pretorio e sul sito web del Comune di Avellino, nonché attraverso idonea comunicazione a mezzo stampa e radio televisiva 

AVVISA 

che, a norma dell'articolo 3, comma 4, della Legge 07 agosto 1990 n. 241, avverso la presente ordinanza, in applicazione del Decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, chiunque vi abbia interesse potrà proporre ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per la Campania - Sezione staccata di 

Salerno entro 60 giorni ovvero, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni, decorrenti dalla data di pubblicazione della presente ordinanza all'albo pretorio; 

Si dispone la trasmissione della presente a Prefettura, Provincia, Questura, Comando di Polizia Locale, Comando Provinciale Forestale, Comando Provinciale dei Carabinieri, Comando Provinciale Vigili del Fuoco ARPAC, A .C.S. s.r.l. 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento