Casa

Natale "al buio"?: come risparmiare sulla bolletta e ridurre gli sprechi di energia senza rinunciare alle luci

I suggerimenti per godersi le feste senza preoccuparsi per i consumi riducendo anche l'impatto sull'ambiente

Le temperature si abbassano, le vetrine dei negozi vengono allestite a festa, inizia la corsa ai regali per i propri cari e si incomincia ad addobbare la casa con decorazioni e luci natalizie, nonostante i forti rincari. Molti sono gli italiani che si domandano quanto consumano le luci di Natale e come contenere i costi dell’energia in questo periodo dell’anno perché non intendono rinunciare all'atmosfera magica del Natale, soprattutto quando il prezzo da pagare è la felicità dei più piccoli. Per far contenti loro e, allo stesso tempo, trascorrere le festività senza l'ansia delle bollette salate, è possibile adottare degli accorgimenti. Il risultato sarà un Natale all'insegna della sostenibilità sia economica sia ambientale.

Luci a LED, consumo energetico inferiore e giochi di luce spettacolari

Le decorazioni luminose sull'albero di Natale e quelle esterne poste su balconi, finestre o terrazze sono le prime responsabili di un uso maggiore di energia elettrica nel mese di dicembre. Il primo passo da compiere per ammortizzare i costi è quello di sbarazzarsi delle vecchie lampadine a incandescenza sostituendole con le luci a LED perché hanno un consumo energetico inferiore: permettono di risparmiare fino all'80%. Inoltre, non emettono calore e sono molto luminose. In commercio è possibile trovare forme e colori diversi per creare scenari spettacolari e originali. L'unico svantaggio rispetto alle luci a incandescenza è dato dal costo d'acquisto più alto ma riusciamo ad ammortizzare grazie al risparmio sul consumo e alla durata, decisamente più lunga.

Sprechi di energia elettrica: come evitarli

Per quanto sia giusto non rinunciare completamente alle tradizionali illuminazioni natalizie, è altrettanto corretto evitare di lasciarle accese 24 ore su 24. Questo allontanerà il rischio di costi eccessivi in bolletta e permetterà di vivere un Natale ecosostenibile riducendo il nostro impatto sull'ambiente. E' importante anche accendere le luci solo in determinati orari, ovvero dal tardo pomeriggio in poi quando la luce del sole va via.

Un altro accorgimento utile per chi è distratto o trascorre molte ore fuori casa è quello di acquistare luci dotate di timer e di un sistema di controllo da remoto che permettono di impostare e regolare l’ora di accensione e di spegnimento. Inoltre, nei momenti in cui le decorazioni natalizie luminose sono attive possiamo sfruttare al massimo la loro luce per svolgere le nostre attività, senza avere la necessità di accendere lampadari e lampade.

Luci di Natale ad energia solare

Un'alternativa alle luci a LED è rappresentata dalle luci ad energia solare, che consentono di illuminare a costo zero nel rispetto dell'ambiente in quanto sono dotate di un piccolo pannello fotovoltaico che, posizionato all'esterno, assorbe l’energia solare e, una volta tramontato il sole, accende le luci in automatico. Ecco i vantaggi: 

  • sono facili da installare e non hanno bisogno di presa elettrica
  • rispettano l’ambiente
  • sono più sicure
  • non vanno accese manualmente
  • si possono acquistare online o nei negozi fisici
  • non richiedono una spesa ingente
  • è possibile trovarle di diversi colori e lunghezze, per interni e per esterni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale "al buio"?: come risparmiare sulla bolletta e ridurre gli sprechi di energia senza rinunciare alle luci
AvellinoToday è in caricamento