Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

Da Teora a Senerchia rivive lo spettacolo della Transumanza

Tradizioni, pastori, sentieri e cibo sano: il 19 giugno l'antico rito della Transumanza

Da Teora a Senerchia, il 19 giugno si ripete il rito della Transumanza. Uno spettacolo d'altri tempi che per alcuni rappresenta uno spaccato di vita, per altri l'arrivo dell'estate, per molti di noi una scoperta fantastica nel segno delle nostre origini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La transumanza per secoli ha segnato la storia e la vita delle genti irpine. Lungo la via dei tratturi l'arrivo di una mandria di vacche scandiva i ritmi del tempo e della natura dei nostri avi. L'inverno e la bella stagione li riconoscevi dal suono dei campanacci degli animali e dalle urla dei mandriani che ancora oggi portano avanti con dedizione un rito fondamentale per la salubrità dell'ambiente e del territorio.
Antonio Lullo, allevatore di Senerchia celebra per il settimo anno consecutivo l’inizio dell’alpeggio con una iniziativa culturale ed enogastronomica in collaborazione con la Federazione Provinciale della Coldiretti e la sezione di Senerchia e con il patrocinio del Comune di Senerchia. 
Il valore culturale della Transumanza continua negli occhi, nell'impegno e nella passione concreta di allevatori come Lullo che si tramandano di generazione in generazione un'arte millenaria. Un evento che si rinnova di anno in anno e che per un giorno, tra il verde incontaminato di Senerchia, è diventato un momento di grande festa e convivialità utile a rivivere usi e costumi della terra d'Irpinia. 
Queste vacche bianche, stranamente grasse, quasi a ricordare i tempi migliori inizieranno il loro cammino alle 3 di notte. Il 19 giugno dalle colline di Teora giungeranno sulle vette di Senerchia attraversando sentieri verdeggianti, prati, boschi e strade di campagna. A vigilare sulle mandrie i mandriani che ancora una volta daranno seguito ad una pratica millenaria ripetondo sempre lo stesso percorso, emulando gesti e abitudini dei loro padri e dei loro nonni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Monteverde a "L'Eredità"

  • Coronavirus al Moscati, il pronto soccorso è pieno: siamo al collasso

  • Coronavirus in Campania: De Luca chiude le scuole primarie e secondarie

  • Emergenza Coronavirus, il presidente De Luca ha firmato l’ordinanza

  • Apre alle 5 del mattino, i carabinieri chiudono l'American Bar

  • Incidente mortale in moto: chi era Maria, professionista dal "gran cuore"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento