rotate-mobile
Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

Serena De Vita "Miglior maître" dell'anno per la Guida di Identità Golose

Irpina di origini, Serena non è nuova a riconoscimenti importanti: il magazine Fortuneita l'ha inserita tra i 40 giovani under forty protagonisti del vino italiano

Da lunedì è online la guida digitale ai Ristoranti d’Italia, Europa e Mondo di Identità Golose.

Il mondo della gastronomia si è riunito presso il Teatro Manzoni di Milano per scoprire i premi della sedicesima edizione della guida curata da Paolo Marchi

I numeri di quest'anno registrano 1.196 ristoranti recensiti, più di ogni altra edizione. Il saldo complessivo, tra nuovi ingressi e ristoranti usciti, è superiore di un centinaio rispetto a un anno fa ma le insegne che l’anno scorso non erano in guida sono ben di più, 244.

Delle 1.196 insegne di quest’anno, 968 sono italiane e 228 appartenenti a 42 paesi d’Europa e Mondo, dall’Austria al Sudafrica, dalla Norvegia alla Colombia. Le pizzerie sono 105, cioè quasi una su 10 nel totale complessivo, una percentuale che attesta una volta di più la vitalità del fenomeno.

I cocktail bar, novità dell’anno scorso, sono passati a 35. La vera novità di quest’anno sono le gelaterie, tutte a cura di Silvia Cittadini: cominciamo a recensirne 12 di 3 paesi (anche Francia e Inghilterra). Troppo in crescita il fenomeno del “nuovo gelato” per non iniziare a renderne conto.

Le insegne rette da cuochi sotto i 30 e i 40 anni sono invece 512, poco meno della metà delle schede complessive, un parziale cui teniamo molto

La Guida ha inoltre assegnato 22 premi alle giovani stelle 2023, “giovani” perché, come da tradizione, hanno tutti meno di 40 anni di età. 

Tra i premiati l'irpina Serena De Vita, restaurant manager dello stellato Aria (Napoli). Serena vince nella categoria "Il miglior maître". Un premio che si aggiunge ad altri riconoscimenti di pregio, nel 2022 è stata inserita da Fortuneita tra i giovani più influenti nel mondo del vino e, sempre nel 2022 la Guida Mangia & Bevi de Il Mattino, curata da Luciano Pignataro le ha assegnato il premio "Miglior Sommelier".

Serena De Vita-2

"Serena De Vita, irpina di origini, studi economici, ha fatto di una enorme passione per il vino il suo lavoro - si legge su Identità Golose - Lo interpreta come concentrato di storie e personaggi, con dedizione e sentimento. È restaurant manager di un’importante insegna napoletana, è sommelier manager di tutti i ristoranti del gruppo e svolge il mestiere sempre con attenzione, cordialità e professionalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serena De Vita "Miglior maître" dell'anno per la Guida di Identità Golose

AvellinoToday è in caricamento