rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia Roccabascerana

Caseificio Savoia sul podio delle Mozzarelle Migliori d'Italia: la classifica del Gambero Rosso

Bella e perfetta, con una pelle bianca, lucida e compatta, emana un profumo delicato e pulito, quasi zuccherino, di latte leggermente cotto. È la mozzarella di Mara e Francesco Savoia

Una delle mozzarelle più buone d'Italia la fanno a Roccabascerana. A decretarlo il Gambero Rosso che ha stilato una classifica frutto di diversi blind test effettuati da un panel di professionisti del settore.

Una degustazione alla cieca che ha visto trionfare l'azienda Gentile di Agerola, seguita subito dopo dal piccolo caseificio di Francesco e Mara Savoia.

Francesco Savoia137554328021630976_o-2

Una realtà autentica e di grande pregio di cui parliamo da tempo per i progetti alle avanguardia e pionieristici, senza dimenticare le ricerche realizzate in collaborazione con il CNR di Avellino.

Ma l'azienda non è nuova a premi e riconoscimenti: nel 2019, lo straordinario caciocavallo prodotto a Roccabascerana si aggiudicò l'oro nel primo Concorso Nazionale per formaggi “Solo di Pezzata Rossa Italiana”. Mentre nel 2022 sempre il Gambero Rosso giudicò lo yogurt di Mara e Francesco tra i migliori d'Italia.

Savoia-5

Stavolta, invece, i riflettori si sono accesi sulla Mozzarella di Pezzata Rossa, inserendo la rinomata realtà nel firmamento delle migliori produzioni casearie italiane. 

Fattoria savoia-3

Una medaglia d'argento più che meritata per i due fratelli che hanno saputo preservare le radici di uno storia familiare creando un progetto che è il giusto compromesso tra tradizione e innovazione facendo dei formaggi di Roccabascerana un punto di riferimento per qualità, gusto e salubrità. A fare la differenza sono il processo di trasformazione, il tipo di fermentazione del latte, lo stile di vita, la razza e l’alimentazione delle vacche. Una cosa è la lavorazione a latte crudo, un’altra è partire da un latte pastorizzato a temperature elevate. Inoltre la pezzata rossa, razza bovina sia da latte sia da carne, è uno degli animali che, pur dando meno latte in termini di quantità, ne guadagna in qualità. Il latte fornito da questa razza produce meglio degli altri gli Omega3, assimilando questi grassi insaturi dall’erba e trasferendo queste sostanze nel latte. 

Un risultato eccezionale di cui il Gambero Rosso scrive:

"Il fior di latte dei fratelli Francesco e Mara Savoia è a filiera chiusa, fatto nel mini caseificio aziendale solo con il latte di pezzate rosse italiane del proprio allevamento, tenute in stabulazione libera e al pascolo tutto l’anno, nutrite a erba fresca e fieno. La lavorazione è manuale in tutte le fasi, a latte crudo e con uso del siero-innesto maison, «rinnovato quotidianamente» spiega Francesco Savoia, che dopo la mungitura aiuta nella produzione dei formaggi Renato Emanuele Duro, giovane casaro di Cardito. Anche la mozzatura è manuale, come dimostra la chiusura a V. Bella e perfetta, con una pelle bianca, lucida e compatta, emana un profumo delicato e pulito, quasi zuccherino, di latte leggermente cotto. Bocca molto dolce e rotonda con giusta sapidità e una punta di acidità che sgrassa e pulisce il palato. Ottima struttura “mozzarella di bufala style”, elastica e croccante".

Savoia468686013406_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caseificio Savoia sul podio delle Mozzarelle Migliori d'Italia: la classifica del Gambero Rosso

AvellinoToday è in caricamento