Domenica, 16 Maggio 2021
Sapore d'Irpinia

Opinioni

Sapore d'Irpinia

A cura di Rosa Iandiorio

L’Irpinia è una terra di sapori autentici, custode antica di vini pregiati e specialità gastronomiche ricche di gusto. Un luogo incantevole dove sedersi in silenzio per ammirare la sua anima più vera. L'anima di una terra dove per secoli la natura ha scandito i ritmi del tempo, lasciandoci in eredità un patrimonio agroalimentare immenso. È tempo di partire buongustai per riscoprire insieme questo ‘Sapore d'Irpinia’

Sapore d'Irpinia

Ricette di stagione: il tronchetto di castagne

Un dolce goloso che si porta in tavola nei giorni di festa

Il tronchetto di castagne è un grande classico della stagione autunnale. In Irpinia una vera e propria tradizione: il dolce della domenica che celebra la 'regina' della terra dei lupi. 

La ricetta varia di comune in comune. Cassano Irpino, Montella, Bagnoli Irpino, San Potito Ultra, Sorbo Serpico, Volturara, Serino, Summonte: ognuno vanta la propria versione originale, golosa e saporita. 

L'anno scorso Bagnoli Irpino in occasione della famosa sagra Il Nero di Bagnoli vinse il Guinness dei primati per il tronchetto di castagne più lungo al mondo. Una vera delizia che impegnò tutte le massaie del borgo, alle prese con: 3 quintali di castagne, 1,5 quintali di zucchero, 1 quintale di pan di spagna, 40 litri di Strega e 3 quintali di margarina per un totale di oltre 20 metri di morbida squisitezza. 

In assenza di sagre dove gustarlo quest’anno potrete scegliere di acquistare il vostro tronchetto nelle tante pasticcerie che preservano la tradizione locale. A Bagnoli Irpino c'è il Bar Laceno, a Montella la pasticceria Sabazio, ad Avellino Dolciarte e De Pascale, a Solofra il Gran Caffè Romano, ad Atripalda Cliquot, a Torrette di Mercogliano il Texas, a Montoro Aliberti. La scelta e vasta e ciascun pasticciere saprà accontentarvi con qualche gusto inedito del proprio tronchetto. 

Tuttavia parliamo di un dolce semplice che non richiede particolari velleità in cucina per questo potete provarlo a farlo comodamente a casa con le castagne raccolte in campagna, o dopo una lunga passeggiata nei boschi che caratterizzano l'Irpinia. L'unica difficoltà forse è sbucciare le castagne, cuocerle, spellarle per bene e passarle nello schiacciapatate. Quindi armatevi di pazienza e seguite questa ricetta. 

Per la base: 

1 kg di castagne cotte e sbucciate (1,300 kg crude), 

75 gr. cacao amaro in polvere, 

3 bottigliette mignon di strega, 

300 gr. di zucchero a velo

Per la crema al burro: 

250 gr. burro di ottima qualità, 

150 gr. di zucchero a velo, 

2 cucchiai di caffè ristretto. 

Procedimento 

Cuocere per circa 40 minuti (dipende dalla grandezza)le castagne con qualche foglia di alloro. Fatele appena intiepidire e sbucciatele eliminando anche la pellicina. Passatele nello schiacciapatate. In una ciotola amalgamate le castagne con il cacao setacciato, lo zucchero a velo e il liquore strega, lavorate a lungo fino ad ottenere un composto sodo e omogeneo. Stendete l’impasto su carta forno e livellate l’impasto con le mani , lo spessore deve essere di circa 5-7 mm. 

Per la crema al burro 

In una ciotola lavorate con lo sbattitore lo zucchero a velo con il burro e il caffè , (mettetene 1 cucchiaio poco alla volta) fino ad ottenere una crema compatta e liscia. Stendete la crema sull’impasto in modo uniforme,aiutatevi ad avvolgere il rotolo con la carta forno e ponetelo in frigo per almeno 3 ore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricette di stagione: il tronchetto di castagne

AvellinoToday è in caricamento